Fonterutoli - Cantina

La visita nel cuore della denominazione Chianti Classico composta da più di 7.000 ettari di vigneti rappresenta un’importante occasione per comprendere la storia e l’evoluzione dell’enologia toscana ed italiana. Dall’editto del 1716 del Granduca Cosimo III che ne delimitiva i confini geografici alla famosa “ricetta” di inizio 800 del barone Ricasoli che stabiliva con quali uve si doveva fare il vino del Chianti, questa zona collinare estesa fra le province di Firenze e Siena è stata tra le prime a sfruttarecon un approccio commerciale moderno il vino prodotto, esportandolo dapprima nella città di Firenze e da lì nel resto d’Italia e nel mondo. Attraverso le visite e gl’incontri coi produttori si potrà comprendere come, pur partendo da una omogeneità di materia prima, si possono produrre vini di diverso stile e carattere mentre dall’osservazione e dalla descrizione delle tipologie dei vigneti e della loro esposizione si potrà leggere lo sforzo compiuto nei secoli per riuscire ad assicurarsi una materia prima ottimale.

Chianti 3